Breve trattato sulla decrescita serena by Serge Latouche

By Serge Latouche

Show description

Read Online or Download Breve trattato sulla decrescita serena PDF

Similar systems & planning books

Shaping the Future: A Dynamic Process for Creating and Achieving Your Company's Strategic Vision

The genuine heroes of transformation inside businesses aren't simply CEOs, yet managers who create strength, achieve alignment, and solidify the desire in the corporation to show the strategic imaginative and prescient into fact. Shaping the longer term presents how-to suggestions - plus examples in line with interviews with executives from businesses like Boeing, Microsoft, Rockwell-Collins, and Harley-Davidson - to aid companies create a powerful destiny.

The New World of Wireless: How to Compete in the 4G Revolution

“The New international of instant is a powerful, considerate trip that is helping enterprise leaders see over the horizon to our unwired destiny, the place we belong. ” –John Chen, Chairman, CEO, and President, Sybase, Inc.   “Snyder’s e-book offers a thought-provoking investigate the 4G destiny. whereas technical info abound, the significance of this paintings relates extra to the social, enterprise, and political implications of 4G know-how.

Ignited: Managers! Light Up Your Company and Career for More Power More Purpose and More Success

“Thompson rolls up his sleeves and gives managers a imaginative and prescient and street map to motivate organizational swap and private good fortune. ” –Chris Gorog, Chairman & CEO Napster   THE enterprise e-book FOR the remainder of US Ah, the lifetime of a supervisor. You’re squeezed among the desires of your online business, your staff, your shoppers, and your colleagues.

Additional info for Breve trattato sulla decrescita serena

Example text

E poi, è vero, è un concetto alla moda. Sia nel mondo delle imprese che in tutti i dibattiti sulle questioni sociali. E allora? 31 Chiaramente si tratta al tempo stesso di un pleonasmo al livello della definizione e di un ossimoro al livello del contenuto. Pleonasmo perché lo sviluppo è già di per sé una self-sustaining growth («crescita autosostenuta»), secondo la definizione di Walt Rostow. Ossimoro, perché lo sviluppo in realtà non è né sostenibile né durevole. 32 Bisogna essere chiari: il problema non riguarda tanto il «durevole» o il «sostenibile» (sustainable), che rinviano in un certo modo al principio di responsabilità del filosofo Hans Jonas e al principio di precauzione, allegramente violato dagli attori dello sviluppo: il nucleare, gli organismi geneticamente modificati (OGM), i telefoni portatili, i pesticidi (Gaucho, Paraquat), la direttiva REACH, 33 per non parlare del caso emblematico dell’amianto, sono altrettanti esempi di settori in cui il principio di precauzione non è applicato.

Ricordiamo solo, a titolo di cronaca, che quando nel 1972 il presidente della Commissione europea Sicco Mansholt, traendo coraggiosamente insegnamento dal primo rapporto del Club di Roma, tentò di riorientare le politiche di Bruxelles nel senso di una messa in discussione della crescita, il commissario francese Raymond Barre espresse pubblicamente il suo dissenso. Si finì per mettersi d’accordo sulla necessità di rendere la crescita più umana e più equa. Già allora... E sappiamo che cosa ne è stato.

109 Cominciare a rimborsare questo debito riducendo il nostro saccheggio sarebbe semplicemente un’opera di giustizia. 110 L’impronta ecologica (che è possibile calcolare anche per tipo di attività o di consumo) è un ottimo strumento per determinare i «diritti di prelievo» di ciascuno. Si può immaginare un «mercato» di questi diritti a diversi livelli per favorire gli scambi delle quote e dei permessi di consumo. Chiaramente non si tratterebbe di mercanteggiare ancora di più sulla natura, ma di introdurre un’elasticità nel modo di gestione dei suoi limiti.

Download PDF sample

Rated 4.43 of 5 – based on 29 votes